Tipo di documento:
Libro
Autore/curatore:
[Jean Paul Perrin] ; [Antoine Léger] ; [Johann Caspar Suter?]
 
Standard: [Perrin, Jean Paul ] [Suter, Johann Caspar] [Léger, Antoine]
Titolo:
Waldenser Chronick, Das ist, Von dem Harkommen, Lehr und Leben wie auch vielfaltigen Verfolgungen der Evangelischen Christen Waldenser genant. Von dem 1160. bis in das 1655. Jahr
Waldenser Chronik, Das ist von dem Herkunft, der Lehre und dem Leben wie auch von den vielfältigen Verfolgungen der evangelischen Christen Waldenser genannt
Data di pubblicazione:
1655
Tipo/numero di edizione:
Prima edizione
Luogo di pubblicazione:
Schaffhausen

Standard : [Schaffhausen]

Editore/tipografo:
Gedruckt von Johann Caspar Suter bestellten Buchdrucker loblicher Statt Schaffhausen

Standard: [Suter, Johann Caspar]

Pagine:
[10] +546 + [6] pp.
Formato :
In -12°
Luogo di reperimento:
Zürich, Zentralbibliothek: Gal Tz 1238. Mikrofiche di un'altra edizione senza nome del editore: IDC, Religious Minorities Waldenses: RMW-25 ( = Torre Pellice, Biblioteca della Societŕ di Studi Valdesi, FM 88)
Soggetti:
Léger, Antoine (1596-1661) - Biografia
Valdesi - Confessione di fede - 1655
Valdesi - Persecuzioni - Piemonte - 1655
Valdesi - Storia

Indice:

Il testo si basa in parte su Jean Paul Perrin, Histoire des Vaudois.

L'autore ha utilizzata il manoscritto Mémoire sur les affaires des Eglises, en Piemont. En l'année 1644, che probabilmente gli fu messo a disposizione dall'antistes Johann Jakob Ulrich (cfr. Albert de Lange, Antoine Léger, 210; trad. tedesca, pp. 126 s.)

L'opera contiene anche la prima traduzione tedesca di [Antoine Léger], Relation veritable (terza edizione).

 

 

Riassunto/commento:

Armand Hugon-Gonnet, Bibliografia Valdese (1953) n° 88.

Il libro è dedicato a:  Meyer, Leonhard; Ziegler, Johann Jacob; Deggeller, Hans Caspar; Schalch, Matthaeus; Ziegler, Johann Jacob.

Du Rieu, Essai, n. 34 attribuisce l'opera ad un certo Daniel Sudermann e dà Zurigo come luogo di edizione. Du Rieu ha dedotto il nome dell'autore dal frontespizio della traduzione olandese, nella quale l'opera è attribuita a "D.S. Professor der stadt Zurich", ma nel 1655 non c'era un professore Sudermann a Zurigo. 

Lo stampatore Johann Caspar Suter ha anche scritto l'introduzione a questa Waldenser Chronick (datata: Zürich, den 15. Herbstmonat 1655). Possibilmente egli fu ugualmente il traduttore e l'autore dell'opera.

Nel 1655 apparve una altra edizione anonime senza luogo di stampa con lo stesso titolo (Zürich Zentralbibliothek:  ZD 1789; Torre Pellice, Biblioteca della Società di Studi Valdesi, FM 88).  Tipograficamente è evidente che anche questa edizione fu stampata da Suter.

Traduzione olandese: Chronyck der Waldensen (1655).

Secondo Du Rieu, Essai, n. 34,  uscì anche una traduzione francese: Chronique des Vaudois, Genève 1656, ma finora non si è ritrovato alcun esemplare.