Tipo di documento:
Articolo
Titolo:
Il decadimento dell'abbazia di Santa Maria nella seconda metà del Cinquecento
opera collettanea:
Gli ultimi quattro secoli dell'abbazia di Santa Maria di Pinerolo : dai conflitti alla convivenza
Data di pubblicazione:
Pagine:
P. 79-128

Indice:

1.L'abbazia sotto la prima occupazione francese (1536-1574) p.79. 2.L'abate Marco Antonio Bobba e la riforma abbaziale del 1569 p.81. 3.Gli sviluppi di una crisi p.86. 3.1.Perdite e distruzioni nelle chiese dipendenti p.87 3.2.L'impegno controriformistico inadeguato e l'intervento sostitutivo dei Gesuiti p.92. 3.3.L'impoverimento patrimoniale p.95. 3.4.Le deviazioni dalla regola p.100. 4.La visita del vescovo Angelo Peruzzi e l'espulsione dei monaci p.101. Appendice I. 1560, dicembre 8, Vercelli-1560, dicembre 27, Torino. Il duca di Savoia chiede che l'inquisitore di Torino sia autorizzato a portarsi all'abbazia di Santa Maria per perseguire l'erasia e il luogotenebnte regio Imbert de la Platière dispone in conformità p.105. II.1580, giugno 8, Torino. Ambrogio -moresco, sacerdote della Compagnia di Gesù, attesta al duca di Savoia di aver predicato in Val Perosa sotto la protezione dei soldati mandati dal governatore di Perosa Pietro Turta p.106 III.1584, settembre 18, Abbadia di Pinerolo. Il visitatore apostolico Angelo Peruzzi vescovo di Sarsina visita l'abbazia di Santa Maria e la contigua chiesa parrocchiale p.107. IV.1584, settembre 19, Perosa. Il visitatore apostolico angelo Peruzzi vescovo di Sarsina visita la chiesa parrocchiale della prevostura dei santi Nicolao e Genesio di perosa p.120.