Tipo di documento:
Manoscritti
Autore/curatore:
Scipione Lentolo
 
Standard: [Lentolo, Scipione] [Gay, Teofilo]
Titolo:
HISTORIA / DELLE GRANDI E CRUDELI PERSECUTIO-/NI fatte à tempi nostri in Provenza, Cala-/bria è Piemonta, contro il popolo che / chiamano Valdese e delle gran co-/se operate dal Signore in loro aiuto, è fauore / raccolta fedelmente da SCIPIONE LENTOLO / NAPOLITANO, in tempo, ch’egli era Mi-/nistro della parola di Dio nelle Valli / d'Angrogna, Lucerna, Bo-/bio, Peroscia e San / Martino in Pie-/monte. / Apocalisse cap. 6. ver.9.10
Historia delle grandi e crudeli persecuzioni fatte ai tempi nostri in Provenza, Calabria e Piemonte, contro il popolo che chiamano Valdese
Data di pubblicazione:
[1561-1565, 1595]
Tipo/numero di edizione:
Manoscritto
Numero di illustrazioni:
Formato :
In -4° (27,5 x 18,5cm)
Luogo di reperimento:
Bürgerbibliothek di Bern, Ms. 716; Microfilm: IDC: Religious Minorities Waldenses: RMW-154 (= Bodleian Library di Oxford, Ms. Barlow 8).
Soggetti:
Lentolo, Scipione - Historia delle grandi e crudeli persecutioni (1595)
Pascale, Giovan Luigi (1520?-1560)
Storiografia valdese - Sec. 16.
Valdesi - Luberon - Storia - 1540-1545
Valdesi - Persecuzioni - Calabria - 1560-1561
Valdesi - Persecuzioni - Piemonte - 1560-1561
Valdesi - Piemonte - Storia - 1555-1561

Riassunto/commento:

Esistono due manoscritti di questa "Historia".

1. Il manoscritto nella Bürgerbibliothek di Bern, Ms. 716. Per una descrizione esatta di questo manoscritto dell'"Historia" vedi Gilmont, L’«Historia delle grandi e crudeli persecutioni». Il manoscritto di Berna fu pubblicato da Teofilo Gay, Historia delle grandi e crudeli persecutioni ..., Torre Pellice, 1906. Armand Hugon-Gonnet, Bibliografia Valdese (1953) n° 69.  La trascrizione di Gay è tuttavia poco accurata ed incompleta. Vedi anche Gay, Sofismi.

2. Un altro manoscritto  si trova nella Bodleian Library di Oxford, Ms. Barlow 8 (Microfilm: IDC: Religious Minorities Waldenses: RMW-154).  Si tratta di una copia del manoscritto di Berna, firmata e sigillata da Nicolaus Tschiffeling (Discographus Reipublicae Ber.) e seguita da un memorandum secondo cui quella copia fu collazionata con l'originale in possesso di Cesare Lentolo, nipote di Scipione, e firmata da due notai (Anthonius Stettler e Johannes Rodolphus Tribolet); tale copia fu data alle Bodleian Library, come lascito, nel 1691, dal Thomas Barlow (vedi Giovanni Gonnet, Su un nuovo manoscritto, in: BSSV, n. 160, p. 67).

"Il faut mettre la copie d'Oxford après 1632, date de la nomination de Tschiffely comme greffier (discopgraphus) e avant 1638 date de la mort du même Tschiffely" (Jean-François Gilmont, 22-12-2008)

Il manoscritto di Oxford è più completo che quello di Berna. Vedi Fiume, Scipione Lentolo, p. 96 n. 31: "Il manoscritto di Oxford è una copia [seicentesca] di una bozza andata perduta dalla quale Lentolo stesso ricavò la redazione pressoché definitiva che è conservata nella Bürgerbibliothek di Berna e che, a differenza del testo di Oxford, è di mano di Lentolo. Il manoscritto di Oxford presenta un ottavo libro sulla vita delle chiese delle Valli e alcuni paragrafi negli altri sette libri".