Tipo di documento:
Opera collettanea
Autore/curatore:
Gustavo Malan ; a cura di Aline Pons e Matteo Rivoira ; con la collaborazione di Gianpiero Boschero
 
Standard: [Malan, Gustavo] [Pons, Aline] [Rivoira, Matteo] [Boschero, Gianpiero]
Titolo:
Il gergo dei canapini di Crissolo
Collana:
Lingua, cultura, territorio
Volume:
68
Data di pubblicazione:
2019
Luogo di pubblicazione:
Alessandria

Standard : [Alessandria]

Editore/tipografo:
Edizioni dell'Orso

Standard: [Edizioni dell'Orso]

ISBN/ISSN:
978-88-6274-978-7
Pagine:
XII, 150 p.
Numero di illustrazioni:
ill.
Formato :
25 cm
Soggetti:
Dialetti occitani - Valle Po

Riassunto/commento:

Sino all'inizio del Novecento, in alta Valle Po, uno dei mestieri stagionali che vedeva impegnati gli uomini durante l'inverno era quello dei pettinatori di canapa. A gruppi di tre, scendevano in Piemonte e in Liguria o si dirigevano in Francia per cardare la fibra grezza. Come nel caso di altre maestranze itineranti (spazzacamini, ramai, calzolai, muratori, ecc.), nel corso del tempo acquisirono e contribuirono a elaborare uno speciale gergo, chiamato pantòis a Crissolo e grapiét a Ostana. Si tratta di un linguaggio dal forte valore identitario, al quale essi facevano ricorso anche a scopo di difesa. Quella che viene pubblicata qui è parte della tesi di laurea di Gustavo Malan dedicata al pantòis; essa si basa su dati raccolti negli anni ’40 del XX secolo, intervistando alcuni degli ultimi gerganti di Crissolo (in particolare Claudio Perotti, il «patriarca delle guide del Monviso») e presenta un ricco glossario corredato da alcuni testi introduttivi e da ipotesi di interpretazione etimologica dei singoli termini. A questo nucleo originario, sono stati aggiunti alcuni testi e un repertorio italiano-gergo che contribuiscono a valorizzare il lavoro, sia come documento storico sia come strumento di conoscenza di un particolare gergo occitano.